Cocchi

  • COCCHI_logo2016-web

  • Dopo aver lavorato in uno dei principali bar in piazza Duomo a Firenze, il giovane pasticcere Giulio Cocchi si trasferìad Asti, sul finire del diciannovesimo secolo.

     Affascinato dalla tradizion eenogastronomica locale, Cocchi scoprì in Asti la capitale del Moscato e trovò una diffusa tendenza ad aromatizzare i vini con erbe e spezie.

     Stando alla leggenda, Giulio Cocchi si innamorò della figlia del proprietario di uno dei bar nella piazza principale della città, piazza Alfieri.

     Ancora oggi quello è il Bar Cocchi.

    Vedi catalogo “Cocchi”
    Vedi sito web “Cocchi”